Home- Approfondimenti-COME POTER RISIEDERE E LAVORARE IN SVIZZERA

COME POTER RISIEDERE E LAVORARE IN SVIZZERA

Giuristudio - Approfondimento - COME POTER RISIEDERE E LAVORARE IN SVIZZERA

Oltre a fornire il servizio di costituzione  e gestione delle società di diritto svizzero, Giuristudio, vi può realizzare assecondare nella redazione e nella legalizzazione dei documenti, delle deleghe, delle attestazioni, delle visure camerali, ed in generale di tutti i documenti richiesti dalla clientela per effettuare le operazioni sia in Svizzera che all'estero. Forniamo a tal proposito la traduzione dei documenti, così come la loro legalizzazione notarile richiede.
Naturalmente, possiamo aprire i conti bancari in Svizzera a nome delle vostre società, che potrete comunque gestire tranquillamente da casa vostra tramite il sistema internet banking, la cui sicurezza ed affidabilità non rappresenta alcun problema.
   
COME POTER RISIEDERE E LAVORARE IN SVIZZERA
  Se si intende recarsi in Svizzera a lavorare, deve in primo luogo trovare un lavoro che soddisfi certi requisiti. Deve in particolare svolgere professioni indipendenti, sia intellettuali che pratiche, e restare a lavorare solo per un periodo determinato.
Se si intende invece recarsi in Svizzera per lavorare quale dipendente di un'azienda con sede in Svizzera, dovrà richiedere il permesso di lavoro e di soggiorno. Lo stipendio dovrà rispettare alcuni requisiti e si dovrà abitare a determinate condizioni.
   
  Se si intende recarsi in Svizzera per fondare una società e lavorarci, non si avranno, di norma, problemi nell'ottenere un permesso.
   
  Se si intende recarsi in Svizzera per studiare, si dovrà cercare una scuola adatta alle  esigenze e tramite quest'ultima richiedere il permesso di soggiorno per motivi di studio.
   
  Se si desidera venire a vivere di rendita in Svizzera. Se il reddito dichiarato è sufficiente e si vuole veramente vivere in Svizzera, e quindi non utilizzare questo paese soltanto come domicilio postale, allora si potrà ricevere non soltanto un permesso B, che è un permesso di residenza annuale a tempo pieno, ma potrà anche pagare le tasse in un'unica soluzione forfettaria ad aliquote notevolmente inferiori che negli altri paesi europei. In tal caso è generalmente ammesso uno straniero con un reddito dichiarato di almeno franchi svizzeri 150'000.-- annui, sul quale occorrerà naturalmente pagare delle tasse forfettarie stante una tabella prestabilita, le cui aliquote sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle europee.
   
  Si potrà infine sposare uno/a Svizzero/a e in tal modo ottenere immediatamente il permesso di soggiorno; dopo 5 anni di soggiorno potrà ottenere il permesso di domicilio e la cittadinanza svizzera. Questo è il modo più semplice, a condizione tuttavia di trovare la propria anima gemella il che, talvolta, si rivela un' operazione che perdura per un'intera esistenza ....
   
  É utile sapere che la Svizzera favorisce i cittadini dei paesi AELS (praticamente tutta l'Europa Occidentale) allorché si deve decidere se concedere un permesso di lavoro o un permesso di soggiorno. Per contro, per quanto riguarda il permesso ottenuto stante una convenzione fiscale con le autorità elvetiche, non ci sono particolari favoritismi.
  TIPOLOGIE DI PERMESSI
PERMESSO G
PERMESSO L
PERMESSO B
PERMESSO C
PERMESSO CON LA CONVENZIONE FEDERALE
 
  Il primo permesso, quello che serve alla maggior parte delle persone, è il permesso B. Si tratta di un permesso annuale condizionato al fatto di avere un impiego o di vivere realmente in Svizzera per un periodo sufficiente sull'arco di un anno.
   
  Se lei vuole venire in Svizzera per vivere di rendita o dei proventi di attività localizzate al di fuori della Svizzera (amministratori di società, ereditieri, sportivi famosi, artisti rinomati), si può richiedere il cosiddetto permesso in Convenzione Fiscale, una variante del permesso B che permette di pagare tasse in misura nettamente inferiore agli altri paesi europei.
   
  C'é ancora un altro permesso che si può richiedere - il permesso C, permesso residenziale a tempo pieno che le permetterà, tra l'altro, di effettuare acquisti immobiliari, di esercitare un'attività lucrativa indipendente praticamente senza limiti. Per ottenere detto permesso, lei deve aver vissuto per parecchi anni in Svizzera, da 5 a 10 anni a seconda dei casi, ed aver condotto una vita esemplare, senza aver creato problemi alla giustizia e senza aver accumulato debiti.
   
  La fase finale é l'acquisizione della Cittadinanza Svizzera a tutti gli effetti, che viene generalmente concessa dopo 12 anni di residenza in Svizzera. Lei dovrà inoltre sostenere un esame sulla storia e cultura svizzera ed aver dimostrato di essersi integrato nella società in cui vive.
  Per quanto riguarda il permesso G, si chiama così il permesso per frontalieri, ovvero quelle persone che abitano a ridosso del confine elvetico da almeno un giorno. Questo permesso dà il diritto al lavoratore straniero di vivere e lavorare in Svizzera anche quale indipendente e di acquistare immobili in Svizzera. In pratica, il frontaliere può entrare in Svizzera al lunedì mattina ed uscire dal paese al venerdì sera, senza avere con ciò l'obbligo di rientrare giornalmente nella propria nazione di appartenenza. Esiste pure il diritto di cambiare posto di lavoro e/o professione senza attendere alcuna autorizzazione da parte dell'autorità. Esiste il diritto di pernottare presso qualsiasi Comune svizzero.
L`apertura delle frontiere alla libera circolazione delle persone permette così anche l 'esercizio di un attività indipendente. L'esercizio di un'attività indipendente deve tuttavia essere dimostrata. Per il resto valgono le disposizioni di legge applicate ai lavoratori dipendenti.
Secondo gli accordi bilaterali è lavoratore autonomo frontaliero il cittadino di una parte contraente che esercita un'attività indipendente sul territorio dell'altra parte contraente e che ritorna al luogo del proprio domicilio di norma ogni giorno o almeno una volta alla settimana.
Per queste persone valgono le medesime disposizioni applicabili ai lavoratori dipendenti frontalieri. Il lavoratore frontaliero che desidera esercitare un'attività indipendente riceve una prima autorizzazione della durata di sei mesi, che gli permette di avviare la propria attività. Alla scadenza di sei mesi egli deve provare di esercitare effettivamente un'attività lucrativa indipendente. Se non riesce a produrre tale prova prima della scadenza, ma dispone delle reali possibilità di ottenerla, può essergli accordata una scadenza supplementare di due mesi. L'iscrizione a registro di commercio di un azienda individuale o di una società commerciale è una prova sufficiente. Quest' iscrizione non è sufficiente per le professioni liberali (medici, avvocati, ecc..) gli artisti ed i musicisti. Un'ulteriore prova possono essere i libri contabili per quanto essi possano dimostrare l'effettiva esistenza di un'attività. Qualora esistessero delle disposizioni di polizia sanitaria o economica queste devono essere rispettate. I cantoni non possono introdurre misure restrittive o proibitive per le persone che devono portare la prova di esercitare un' attività indipendente. Qualora la prova fosse valida è rilasciato un permesso di soggiorno della durata di 5 anni. Per quanto concerne l'aspetto fiscale, i frontalieri indipendenti sono per principio imponibili nei Cantoni dove esercitano la loro attività.
   
  Il permesso L
  Questo permesso conferisce il diritto di vivere e lavorare in Svizzera per un periodo di corta durata, vale a dire per un massimo di 364 giorni su 365. Esiste la possibilità di cambiare professione e datore di lavoro, ma in questo caso è necessario notificare lo scopo di soggiorno e le generalità entro 8 giorni. La durata del permesso è pari a quella del contratto di lavoro. Questo permesso è subordinato alla decisione dell'Ufficio della manodopera estera in quanto sottoposto al contingente, alla priorità dei lavoratori indigeni ed al controllo delle condizioni salariali. Non è data la possibilità di esercitare un'attività indipendente.
   
  Il permesso B
  Le occorre il rilascio del permesso B se desidera lavorare in Svizzera sull'arco di un intero anno, oppure se intende unicamente vivere della rendita di cui lei già gode all'estero. Tale permesso è relativamente facile da ottenere se lei è altamente specializzato e la sua qualifica è ricercata dalle aziende svizzere e vige una carenza di lavoratori svizzeri in questo settore, oppure è ricco abbastanza da poter vivere in Svizzera senza assistenza da parte dello Stato. Inoltre, se lei fonda una società in Svizzera che abbia un'attività seria ed effettiva, e che tramite tale società assumerà dei dipendenti, allora lei potrà ottenere abbastanza facilmente il permesso B.
   
  Il permesso C
  Questo permesso è l'ultimo passo prima di ottenere la cittadinanza a tutti gli effetti. Conferisce quasi gli stessi diritti dei cittadini svizzeri, specialmente per ciò che riguarda gli investimenti nel settore immobiliare. Lo stesso viene rilasciato, a dipendenza dei casi, dopo 5/10 anni di residenza in Svizzera.
   
  Il permesso con la Convenzione Fiscale
  Tale permesso é una variante del permesso B ed è riservato a persone benestanti, che intendono trasferirsi in Svizzera per viverci, non per lavorarci. E’ necessario avere un capitale netto dichiarato di almeno un milione di franchi svizzeri ed un reddito annuo di almeno 150'000.-- franchi, ed essere disposto a trascorrere una parte consistente dell'anno (180 giorni) in Svizzera. L'aspetto migliore di tale permesso è che si paga una tassa unica fissa di lieve entità, non proporzionale al reddito effettivo ed in ogni caso nettamente inferiore alle altre aliquote vigenti nei paesi europei.
 
Attualmente è però necessario tenere in debita considerazione che il Consiglio federale ha deciso di invocare la clausola di salvaguardia prevista dall’Accordo sulla libera circolazione delle persone. Dal 1° maggio 2013 proseguirà pertanto il contingentamento dei permessi B (della durata di cinque anni) per i cittadini degli otto Stati dell’Europa orientale membri dell’UE (UE-8). Se dovessero essere raggiunti i valori di soglia, il contingentamento dei permessi B sarà esteso dal 1° giugno 2013 ai cittadini degli Stati dell’UE-17 che svolgono attività lucrativa. La limitazione varrà per un anno.
Il contingentamento concerne le persone che intendono assumere un impiego in Svizzera in virtù di un contratto di lavoro di durata uguale o superiore a un anno oppure indeterminata e che a tal fine sollecitano un permesso B, nonché le persone che si stabiliscono nel nostro Paese per svolgervi un’attività lucrativa indipendente
   
  I professionisti Giuristudio si occupano di tutte le procedure necessarie volte all'ottenimento in Svizzera, e precisamente nel Canton Ticino, dei suddetti permessi di soggiorno e di lavoro e soprattutto si preoccupano di indicare la tipologia di permesso più adatta da richiedere, in base alle esigenze ed obiettivi prospettati dal cliente.
Possiamo compilare i formulari, redigere le necessarie istanze scritte, aiutare inoltre a raccogliere i documenti da allegare alla domanda di rilascio del permesso.
Vi forniamo tutto il supporto giuridico e fiscale necessario, aiutandovi , inoltre, nella ricerca di un alloggio per voi e la vostra famiglia.
Vi assistiamo nella redazione e nella stipulazione del contratto di lavoro con il vostro datore di lavoro, oppure vi consigliamo se e come mettervi in proprio, suggerendovi le misure di sicurezza e giuridiche da adottare. Vi consigliamo la miglior forma giuridica da adottare nel caso voleste costituire una società ed operare tramite la stessa.
Vi consigliamo sugli oneri sociali e le assicurazioni obbligatorie e facoltative che dovete/potrete sottoscrivere per iniziare a lavorare e soggiornare in Svizzera.
Potrete ricevere le necessarie informazioni direttamente presso i nostri uffici, oppure trasmettendoci una e-mail all'indirizzo seguente: f.fiore@giuristudio.ch, m.primavera@giuristudio.ch


Avv. Francesca Fiore